FB IG

#cantinespinelli

AZIENDA
Una storia italiana

Il presente

Oggi le Cantine Spinelli producono circa 7 milioni di bottiglie di vini abruzzesi all’anno, per il 60% destinate all’esportazione. La tradizione contadina, quella che voleva l’uva pigiata con i piedi, è rimasta nel rapporto di amore e rispetto che ci lega alla terra e alla materia prima. Per il resto, l’azienda è oggi all’avanguardia in tutte le tecniche di coltivazione, lavorazione e affinamento.

Le origini

Quante vendemmie sono passate, da quando Vincenzo Spinelli decise di fondare la sua azienda? Tante, quasi cinquanta. Ma l’amore per la vite e per la terra d'Abruzzo non è mai cambiato. Una passione antica che portò Vincenzo Spinelli, mezzo secolo fa, a lanciare la sfida: “Se facciamo il vino buono per noi, perché non lo possiamo fare anche per gli altri?”.

La famiglia

La nostra è un’azienda familiare, nel senso che tutto ciò che veramente conta è dentro la nostra storia, radicato con noi alla terra d’Abruzzo e sempre tramandato. Siamo ancora contadini, nel profondo: tutto il resto cambia, cresce, si evolve con i tempi, ma non così il nocciolo familiare, il vero modo in cui si affrontano il lavoro e la vita. I principali depositari di questa tradizione sono oggi Carlo e Adriano Spinelli, i due figli del fondatore Vincenzo.

Le persone

Carlo Spinelli dirige l’attività commerciale: rapporti con clienti, agenti, importatori, cura dell’immagine aziendale. A suo agio nel lavoro di squadra, è affiancato da un gruppo di collaboratori e consulenti selezionato nel corso degli anni. Adriano Spinelli è il depositario del sapere enologico. Cresciuto in azienda tra i tini e le botti, è il direttore tecnico della cantina. Se il vino è buono, in gran parte è merito suo.

LA STORIA

50 anni di dedizione
ai vini d'Abruzzo

1973
PRIMA GENERAZIONE
L'azienda viene fondata da Vincenzo Spinelli. La passione per il vino si trasferisce da una dimensione familiare ad un'attività produttiva e commerciale.
1983
SECONDA GENERAZIONE
I figli di Vincenzo, Carlo e Adriano, entrano nell'azienda a tempo pieno. I volumi produttivi crescono e si perfeziona il processo produttivo.
1991
LA GRANDE CRESCITA
L'azienda cresce ulteriormente, acquisendo nuove strutture produttive a dotandosi di tecnologie allo stato dell'arte.
2000
L'ESPANSIONE INTERNAZIONALE
Il brand Spinelli si afferma con decisione nei mercati internazionali. Si potenzia la logistica.
2010
IL CONSOLIDAMENTO
Ormai presente in tutto il mondo, il brand affina l'immagine e intensifica la ricerca della massima qualità, grazie anche al contributo dei migliori enologi italiani.
2020
OGGI
Spinelli è ormai riconosciuto tra i principali produttori d'Abruzzo e d'Italia. Al meditato ampliamento della gamma si è aggiunta l'inaugurazione della linea di distillati.
Tradizione, qualità e tecnologia

La cantina

Il fiore all'occhiello dell'azienda è la nuova, grande cantina, costruita secondo criteri architettonici avanzati e dotata di tecnologie enologiche allo stato dell'arte. La vinificazione avviene secondo le regole che guidano la produzione dei vini di qualità, continuamente perfezionate con l’aiuto di enologi tra i più preparati d’Italia. La cantina assicura un'elevata capacità produttiva e dispone di locali sotterranei per lo stoccaggio e l’affinamento dei vini, con una grande bottaia dedicata all’invecchiamento dei vini (principalmente rossi) in botti di rovere di Slavonia e barrique.

“I nostri vini, linguaggio universale con il quale esprimiamo il nostro modo di essere”

I nostri vini abruzzesi non nascono per una stagione, non seguono le mode né cercano gli effetti. Sono vini schietti come noi e la nostra terra, che prendono dalle moderne tecniche enologiche tutto quanto basta per esaltare le loro caratteristiche naturali.
Sono il risultato di una tradizione continuamente valorizzata e soprattutto della nostra abitudine contadina alla pazienza: perché tutto, anche l’uva e il vino, deve maturare nel tempo e nel modo giusto.